moreno 2 maggio 2012 10 commenti

In questo piovoso fine aprile ho dedicato un po’ del mio tempo ad analizzare lo stato dei mirror di Mandriva per cercare di capire se fossero ancora in salute o come temevo, fossero in grave sofferenza.
Già che c’ero mi sono messo a dare un occhiata ai mirror di Mageia in modo da avere un riferimento comparativo su cui basare le mie analisi.
Ho evitato di utilizzare i mirror Rosa a causa di alcuni problemi che li assillano e che mi rendono difficile l’analisi, in ogni caso, vista la giovinezza della distro, presumo che tutti i pacchetti siano freschissimi anche se in numero più limitato rispetto alle altre.

Veniamo ora alla prima immagine
Storico Cooker ed andamento 2012.0
Essa è divisa in 4 sezioni:
a) Andamento storico, a partire dal 2006, dei mirror di Mandriva.
NOTA. Tutti i dati numerici si riferiscono alle cartelle contenenti i pacchetti installabili i586
NOTA. I totali si riferiscono a tutti i pacchetti presenti al primo maggio di ogni anno.
NOTA. I dati sono leggermente sfalsati a causa del fatto che una volta questo era il periodo d’uscita della Mandriva Spring (14/4/2007 – 4/4/2008 – 28/4/2009 – 2/7/2010) per cui i tassi di ricompilazione subivano un’impennata notevole per poi quasi azzerarsi in prossimità del rilascio delle ISO finali.
b) Crescita dei mirror
c) Pacchetti targati 2012.0
d) Pacchetti targati 2012.0 compilati a partire dal primo gennaio 2012

a) Andamento storico, a partire dal 2006, dei mirror di Mandriva.
Diciamo subito che Main è in buono stato, mai negli ultimi anni, si è avuto un numero così alto di pacchetti compilati.
I 7.137 pacchetti rilasciati in questo quadrimestre sbriciolano il precedente record del primo quadrimestre 2010 di 6.483 pacchetti Rpm, per qualche decina di MiB non viene invece infranto il record in termini di dimensioni che rimane in mano al primo quadrimestre 2011 con 5.902MiB di pacchetti compilati.

Purtroppo le sezioni Contrib e Non-Free sono invece in notevole sofferenza e registrano il più basso numero di pacchetti compilati degli ultimi 6 anni.
Questa grave mancanza è parzialmente compensata dalla notevole crescita dimensionale di queste sezioni, in un anno Contrib è cresciuto di oltre 10.000MiB e Non-Free di quasi 1.400MiB.
Questa poderosa crescita dimensionale è principalmente dovuta all’arrivo in Cooker di alcuni pacchetti dalle dimensioni notevoli (principalmente videogame) e dall’arrivo di numerosi pacchetti fra loro imparentati (linguaggio R).

b) Crescita dei mirror
Mandriva, nonostante tutte le bastonate, continua a crescere.
Rispetto al primo maggio 2011 Main è cresciuta, in termini di numero di pacchetti , di quasi il 40% e Contrib di quasi il 19.
La crescita di Main è stata un po’ dopata dal fatto che Texlive, prima composto da pochissimi pacchetti, è stato frazionato nel mostruoso numero di 2.376 pacchetti Rpm.
D’altra parte numerosi pacchetti di Main sono stati trasferiti in Contrib in modo da affidarne lo sviluppo alla comunità come è avvenuto per GNOME.
Complessivamente la crescita è stata del 25,7% in termini di numero di pacchetti e del 41,7% in termini di dimensioni.
Rispetto agli albori (si fa per dire) del 2006 c’è stata una crescita di oltre 25GiB per un totale di 15.273 pacchetti, una mostruosità.

c) Pacchetti targati 2012.0 d) Pacchetti targati 2012.0 compilati a partire dal primo gennaio 2012
Anche qui si vede che Main sta abbastanza bene, oltre il 78% dei pacchetti è targato 2012.0 ed oltre il 64% è stato compilato nel primo quadrimestre del 2012.
Sul versante opposto Contrib e Non-Free languono con un misero 37% per Contrib ed un 34% per Non-Free.
Complessivamente il 53% dei pacchetti risulta targato 2012.0 di cui quai il 40% è stato compilato nei primi 4 mesi del 2012.

Veniamo ora alla seconda immagine:
Età pacchetti Cooker
Qui i pacchetti vengono suddivisi per età in modo da evidenziare i punti caldi.

- Main
Main ha avuto il suo momento di grazia nel gennaio 2012 di cui rimangono ancora 3109 pacchetti compilati.
Dico rimangono ancora perché occorre tener conto del fatto che da allora molti pacchetti compilati a gennaio sono stati ricompilati nei mesi successivi, al 31 gennaio 2012 erano infatti 4.940 i pacchetti compilati.
Dopo questo momento magico il numero di pacchetti compilato mensilmente si è praticamente dimezzato portandosi intorno ai 2000 al mese.
Anche qui bisogna stare attenti perché molti pacchetti vengono ricompilati più volte nello stesso mese per cui il numero effettivo di pacchetti ricompilati è sicuramente più alto.
Le note dolenti riguardano, come si vede chiaramente dalla tabella, il primo semestre del 2011, a questo periodo risalgono infatti ancora 2196 pacchetti rpm pari a circa il 20%.
Fortunatamente gran parte di questi pacchetti risultano ancora perfettamente compatibili con la 2012.0 per cui, a parte l’aggiornamento ad eventuali versioni più recenti, non è una grande tragedia.

- Contrib
Per questa cartella la situazione è molto più drammatica.
La crescita che c’è stata non ha portato con se un corrispondente aggiornamento dei pacchetti esistenti che sono rimasti sostanzialmente inalterati.
Quasi il 27% dei pacchetti risalgono al 2010 ed oltre il 20% risale al primo semestre 2011, in totale a questo periodo risale oltre il 47% dei pacchetti.
In termini di src, i pacchetti datati ammontano alla mostruosa cifra di 5295 Rpm, un incubo.
Se si riuscisse ad abbattere questo Everest di pacchetti datati Mandriva potrebbe tornare a risplendere come nei bei tempi andati.
Per consolarci possiamo però dire che di questi pacchetti ben 1443 sono pacchetti Perl che al 99% funzionano ancora tranquillamente con la 2012.0.

-Non Free
Se per Contrib la situazione è drammatica per Non-Free è catastrofica, qui addirittura il 12,7% dei pacchetti risale al 2009.
La cosa più assurda è che il numero di pacchetti in questa cartella è davvero esiguo ed ammonta alla misera cifra di 275.
Non è quindi un lavoro impegnativo, sembra proprio che manchi la volontà di continuare a tenere in vita questa importante sezione di Mandriva.

-PLF (Penguin Liberation Front)
Qualcuno avrà notato che non ho fatto alcun accenno ai mirror di PLF che hanno sempre fornito pacchetti molto importanti che Mandriva non poteva fornire per problemi di policy.
Il motivo è molto semplice, PLF è morto che più morto non si può, l’ultimo pacchetto compilato in Free risale al 11/01/2012 e l’ultimo pacchetto NonFree addirittura al 13/05/2011.
Sia Mageia che Rosa si sono creati le loro cartelle locali con i pacchetti più importanti provenienti da questi mirror, Mandriva non ha fatto ancora alcuna mossa in questo senso e questo crea parecchi problemi.
C’è da dire però che le policy di Mandriva si sono notevolmente ammorbidite, qualcuno dice anche troppo, per cui alcuni pacchetti provenienti da PLF sono finiti direttamente nei mirror normali proprio come avvenne anni or sono con l’apertura della sezione Non-Free.

Andiamo ora ad analizzare come stanno i cugini di Mageia con il loro Cauldron
Andamento di Mageia Cauldron
Cominciamo col dire che sono molto più magri di noi, le loro cartelle occupano circa 27GiB contro i circa 37GiB di Mandriva, questo è comunque un bella dimensione se si tiene conto che hanno un paio d’anni di vita.
Anche a loro si sta ammucchiando parecchia spazzatura, ammontano infatti ad oltre il 21% i pacchetti ancora targati Mga1 e manca davvero poco al rilascio della Mga2.
Senza bisogno di essere grandi pensatori si può facilmente dire che se “l’unione fa la forza” “la separazione fa la debolezza”, sembra proprio che anche a loro manchi la base di volontari che tengano in ordine la casa.
A parte la sporcizia comunque Mageia ha avuto una buona crescita in questo anno, rispetto alla Mga1 Cauldron è cresciuto di 6590 pacchetti Rpm pari a circa 13GiB, quindi quasi raddoppiando di dimensioni.

Veniamo ora al confronto.
In termini percentuali ci massacrano, il 78% dei loro pacchetti è targato Mga2 contro il 53% nostro ed il 48% dei loro pacchetti è stato compilato nel primo quadrimestre 2012 contro il 39% nostro, c’è da dire però che, come già detto, loro sono molto più magri, in termini assoluti il confronto si fa molto più realistico.
In termini di numero di pacchetti compilati le differenze si assottigliano notevolmente, i loro pacchetti targati Mga2 ammontano a 16487 contro i 14887 nostri, per essere equi però occorre tener conto che la Mga1 è uscita circa 3 mesi prima della Mdv2011 per cui la Cauldron ha avuto molto più tempo per crescere.
Se poi si va a vedere i pacchetti compilati nel primo quadrimestre 2012 il discorso di inverte e vede prevalere leggermente Mandriva con 11038 pacchetti compilati contro i 10248 di Mageia, anche qui per essere equi bisogna dire che la montagna di pacchetti Texlive a contribuito parecchio agli 11038 pacchetti compilati.

In conclusione propendo quindi per un sostanziale pareggio che ovviamente non è un bene ma semplicemente una costatazione che metà delle forze stanno di la e metà di qua, un vero spreco.

Conclusioni generali.
Siamo gracili e malaticci ma decisamente non morti, volendo ben vedere oramai questa malattia si può definire cronica visto che si trascina oramai da numerosi anni.
La separazione con i cugini di Mageia ha fatto molto male ma non è stata mortale e questo sicuramente anche grazie all’arrivo del team Rosa che però ultimamente è molto meno collaborativo.
Ora si sono creati la loro distro per cui il loro essere in Mandriva è circondato da una nuvola di punti interrogativi a cui solo il tempo potrà dare una risposta.

Quello che manca è la crescita tutto quello che doveva essere nuovo nella 2011 è ora ammuffito e non c’è traccia di forza creatrice, come già detto molti pacchetti languono nel dimenticatoio un po’ perché molti programmi sono effettivamente morti ed un po’ perché la gente che è arrivata ha interessi diversi da quelli di chi se ne è andato.
Più che soldi occorrerebbero forze nuove di cui però non si vede traccia, servirebbero tanti volontari che si occupassero del lavoro sporco di ripulire Contrib per farlo tornare allo splendore di un tempo.

Due giorni fa, come al solito, c’è stato il non giorno del giudizio, pare però che qualche cosa si sia mosso.
Anche qui i punti interrogativi abbondano ed anche qui, data l’assoluta mancanza di informazioni oggettive, mi astengo dal fare una qualsiasi previsione.

Ciao Ciao, Moreno

Articoli correlati:

  1. Mandriva Cooker/2012.0 – Habemus GNOME 3.4.1
  2. Aggiornamenti Cooker/2012 al 01/05/2012 ore 11:51
  3. Aggiornamenti Cooker/2012 al 08/04/2012 ore 20:12
  4. Aggiornamenti Cooker/2012 al 13/04/2012 ore 09:43
  5. Aggiornamenti Mandriva Cooker/2012 al 20/05/2012 ore 16:45
  • Moreno

    Ciao

    Ho fatto qualche piccola ricerca nei pacchetti PLF presenti anche in Mandriva.
    Per VLC ed MPlayer posso confermare che effettivamente i pacchetti presenti in Mandriva hanno gli stessi parametri di compilazione di quelli presenti in PLF.

    Ciao Ciao, Moreno

    • Moreno

       Ciao

      Ho detto una stupidate.
      Da bravo programmatore C interpretavo il define come nel linguaggio C, nelle macro degli spec è tutta un altra cosa, occorre guardare al valore assegnato che in questo caso è 0.

      Quindi NON E’ VERO che i pacchetti in Mandriva abbiano attivato le opzioni PLF.

      Ciao Ciao, Moreno

  • Anonimo

    Grande Moreno, un ottimo lavoro (come sempre)! :)

  • Moreno

    Ciao

    Beh sono anni che mi diverto a giocare con i numeri ed ho acquisito una certa pratica.

    Anche Mandriva ha il suo Build System però, essendo Mandriva comunque una ditta, le chiavi d’accesso sono state date a poche perone che lo gestiscono.
    Sinceramente non ho la più pallida idea di come funzioni internamente la procedura di pubblicazione di Kenobi.

    La quasi impossibilità di collaborare attivamente con il rilascio dei pacchetti Contrib ha sempre creato molto malcontento e questa è stata una delle cause che ha fatto nascere MIB

    Stiamo a vedere cosa succede, chissà che non ci sia una maggiore apertura (ci credo poco) in futuro.

    Ciao Ciao, Moreno

    • Caig

      Grazie per le informazioni!
      …O aprono o crepano! :P

  • Caig

    0_0 Accidenti che lavoro poderoso! Devi averci messo un bel po’ di tempo!
    Non so come funzioni la compilazione/aggiornamento dei pacchetti in Mandriva, ma mi sembra di capire che molto sia lavoro manuale. Se Mandriva avesse un build service come quello di openSUSE sarebbe necessario meno lavoro perché molto sarebbe automatizzato, dal recupero di nuove versioni dei sorgenti alla ricompilazione per aggiornamenti delle dipendenze per esempio.
    Quanto mi piacerebbe ci fosse un simil-Moreno nella comunità openSUSE!
    Ciao :)

    • Duetto

      forse Moreno potrebbe decidersi a saltare il fosse :p

      • Caig

        :D Povera Mandriva!
        Per fortuna ora sembrano arrivare varie notizie ed elementi che fanno ben sperare per il futuro della distribuzione!

      • Anonimo

        Se neanche la crisi pluriennale di Mandriva lo ha convinto a mollare, la vedo dura convincerlo a passare ad un’altra distro (fortunatamente per noi :P)!

        • Moreno

           Ciao

          Eh già, ho il brutto vizio di essere alquanto monogamo.
          Prima di divorziare me ne devono fare di cotte e di crude come è avvenuto a suo tempo con mandrakeitalia.

          Ciao Ciao, Moreno