Caig 3 giugno 2011 3 commenti

La Logo LibreOfficeThe Document Foundation ha annunciato l’immediata disponibilità di LibreOffice 3.4.0, il secondo rilascio maggiore dalla sua fondazione nel settembre 2010.

È il frutto del lavoro di oltre 120 sviluppatori, molti di questi sono nuovi contributori che hanno deciso di iniziare a lavorare sul codice della suite d’ufficio grazie alla nuova organizzazione del lavoro proposta da The Document Foundation. A tal proposito Italo Vignoli, membro del Comitato direttivo e portavoce della fondazione, dichiara: “We care for our developers, and it shows” ed inoltre “Our core developers have invented the mechanism of the easy hacks, which makes it simple and enjoyable for volunteer contributors to get to know LibreOffice code challenging their development skills with basic or elementary tasks”.

In quanto primo rilascio della serie 3.4, LibreOffice 3.4.0 è proposta per i membri della comunità e per gli utenti più esperti che desiderano iniziare a beneficiare delle numerose novità. Non è quindi consigliato l’utilizzo per aziende ed utenti che necessitano di un prodotto di provata stabilità. Successivamente un futuro rilascio minore verrà proposto anche per questo tipo di utenti.

 

LibreOffice 3.4.0

Migliorata la resa grafica dei caratteri in Linux grazie all’utilizzo di Cairo con opzioni per l’anti-aliasing. Ora il testo appare identico rispetto alle altre applicazioni.

 

Writer è ora in grado di gestire colori e stile delle linee di colonne e separatori delle note a piè di pagina secondo le specifiche ODF. Il supporto ai caratteri Graphite(un evoluzione del noto formato di caratteri TrueType) è stato completamente riscritto ottenendo così un engine più stabile e veloce (di almeno 10 volte). Tra le varie migliorie estetiche è stata aggiunta una sfumatura/ombra(configurabile) sui bordi delle pagine ottenendo così un aspetto maggiormente naturale e rifinito.

Calc presenta una finestra di dialogo per lo spostamento/copia dei fogli rinnovata per migliorarne la fruibilità. La funzionalità Filtro automatico (accessibile dal menu Dati > Filtro > Filtro automatico) è ora utilizzabile in ogni singolo foglio senza più il precedente limite di un filtro per documento. Il lavoro svolto sul codice responsabile del posizionamento e del ridimensionamento degli oggetti promette miglioramenti nella precisione d’uso. Molti miglioramenti anche per la funzione DataPilot (ora chiamata Pivot Table). Tra le altre novità anche miglioramenti nell’importazione di documenti Excel, ora vengono preservati i collegamenti OLE ad altri documenti.

Impress e Draw offrono una migliorata funzionalità di esportazione in HTML oltre a piccole modifiche estetiche.

Molte novità sono condivise tra le varie applicazioni della suite, in non particolar ordine:

  • il filtro di importazione/esportazione di file ODF è stato riscritto da Java a C++ ottenendo un notevole incremento delle prestazioni.
  • Nel menu a comparsa dei caratteri ora viene mostrata un’anteprima aggiuntiva per quei caratteri con supporto a lingue con alfabeti non standard.
  • Miglioramenti nella resa grafica dei caratteri sulle piattaforme Linux grazie all’utilizzo di Cairo.
  • L’integrazione con il tema grafico nei sistemi GTK è stata ulteriormente sviluppata.
  • La barra di ricerca ora è simile a quelle presenti in altre applicazioni. Compare in basso alla pressione della combinazione da tastiera CTRL + F.
  • È possibile aggiungere e rimuovere tavolozze grafiche tramite la finestra delle Opzioni della suite.
  • Avvio più fluido delle applicazioni sui sistemi Linux.
  • Molti interventi di pulizia ed ottimizzazione del codice. Sono state rimosse più di 5000 righe di codice obsoleto e non più utilizzato e tutti i commenti al codice in tedesco sono stati tradotti in inglese. Questo faciliterà ulteriormente il miglioramento della suite grazie alla maggiore leggibilità del codice che abbassa i requisiti minimi per poter contribuire allo sviluppo.
  • Aggiunto il supporto ad ulteriori lingue.
  • Supporto per il global menu utilizzato in Unity, questo è il “corposo” contributo dell’unico sviluppatore messo a disposizione da Canonical.

Qui è disponibile l’elenco ufficiale delle caratteristiche principali aggiunte in questa nuova versione. Le schermate facilitano inoltre una più immediata comprensione delle novità.

Qui le note di rilascio con l’elenco dei problemi noti che verranno corretti nei successivi rilasci minori.

È possibile scaricare i pacchetti ufficiali da questa pagina, anche se è consigliabile attendere la disponibilità dei pacchetti rilasciati dalla propria distribuzione.

Fonte: blog.documentfoundation.org/2011/06/03/the-document-foundation-announces-libreoffice-3-4-0

Articoli correlati:

  1. Abbelliamo KDE: Appmenu per gnome2, Firefox e Libreoffice [2/2]
  • http://twitter.com/picard12 picard12

    oggi la provo e vedo se mi risolve qualche problema di stampa con i depliant…

    • Anonimo

      Ottimo, mi piacerebbe sentire poi un parere se puoi.
      Mi incuriosisce molto la dinamicità di questa nuova organizzazione dello sviluppo.

  • Anonimo

    Io lo sto usando di recente e posso solo dire che è un bel passo avanti rispetto openoffice, non so ma mi  sembra tutto più fluido.